PROIETTILI A STELLE E STRISCE di Vijai Prashad

16,00

PROIETTILI A STELLE E STRISCE
Il libro nero dell’imperialismo americano

Come il governo degli Stati Uniti ha perpetrato massacri, ordito omicidi, organizzato colpi di Stato, saccheggiato continenti e impedito l’emancipazione dei popoli di tutto il mondo

Proiettili a stelle e strisce parla di come, nell’interesse del grande capitale, il governo degli Stati Uniti ha perpetrato massacri, ordito omicidi, organizzato colpi di Stato, saccheggiato continenti e impedito l’emancipazione dei popoli in tutto il mondo. Vijay Prashad racconta con dovizia di particolari le storie dei tanti leader socialisti eliminati per ordine di Washington e svela le violente repressioni a cui, a partire dal secolo scorso, sono andati incontro i movimenti antimperialisti. «Proiettili», scrive Prashad, «sparati dai burocrati dell’ordine mondiale che volevano contenere l’onda anomala generata dalla rivoluzione d’Ottobre del 1917 e le numerose ondate che hanno fatto il giro del mondo per formare il movimento anticoloniale».

Dal golpe del 1954 in Guatemala ai fatti del Vietnam del Sud, dai tentativi di rovesciamento dei governi in Venezuela, Bolivia e Brasile agli assassinii di Patrice Lumumba in Congo (1961), Mehdi Ben Barka in Marocco (1965), Che Guevara in Bolivia (1967) e Thomas Sankara in Burkina Faso (1987), Vijay Prashad mostra chiaramente come e perché ai popoli del Terzo Mondo: «Non è mai stato concesso di vivere nello stesso tempo dei propri contemporanei occidentali».

Disponibile

Categoria: